Home La Storia della Pro Loco
La Storia della Pro Loco di Arzignano

La Pro Loco di Arzignano viene costituita con atto notarile in data 5 novembre 1990,  presenti Luciano Zarantonello,  Calogero Giordano  e Monica Baldisserotto.
La successiva Assemblea costitutiva elegge il primo consiglio direttivo che inizia ad essere operativo nel 1991, nominando Presidente Luciano Zarantonello, Vice Calogero Giordano, Segretaria Monica Baldisserotto.

Da quel giorno si susseguono, nell'arco dei 24 anni, quattro presidenti.

Si parte, nel frattempo, con  la prima iniziativa della nuova associazione, il Mercatino dell’antiquariato, previsto ogni seconda domenica del mese,  che all’inizio vede più di quaranta espositori, ma che nei due anni successivi è ridimensionato fino alla chiusura, a causa della miopia di molti operatori commerciali di Arzignano.

Il primo anno di attività dell'Associazione vede nascere manifestazioni e proposte occasionali e inizia fin da allora lo sforzo del direttivo nel proporsi all’Amministrazione Comunale come Associazione di riferimento ed il sindaco in carica, prof. Paolo Savegnago, si è rivelato una figura importante nel raggiungere tale obbiettivo.

Viene introdotta la festa della Befana, il Carnevale, la partecipazione al Settembre in Piazza e alla Fiera dei Santi con uno stand della Pro Loco;   attività, queste, che ancora oggi e con sempre più successo, vedono l’associazione in prima linea.
Nel  1992 inizia un periodo di cambiamento nel Consiglio direttivo. Il nuovo Presidente è Lorenzo Carradore, proposto da Luciano Zarantonello, che nel frattempo è stato nominato assessore al bilancio, dimissionario da Presidente dell'Associazione per non generare conflitti d'interesse.

Il vice presidente Calogero Giordano lascia il posto a Renzo Pavan, e inizia  il rinnovamento del consiglio direttivo. Dopo qualche anno di lavoro Pavan verrà sostituito da Pierangelo Panciera.
Da il futuro sindaco Gianfranco Signorin, al tempo Assessore ai lavori pubblici, viene assegnata all'Associazione la sede di Via Mazzini, già sede dell’Ufficio di Collocamento.

Arriva il primo Settembre in Piazza targato Pro Loco, con il contributo del Comune, su proposta dell’allora Assessore alla cultura Prof. Federica Fracasso.

Vengono ad Arzignano artisti oggi famosi come Beppe Braida e Pino Campagna poi lanciati da Zelig, cantanti anni 60,  il Karaoke di Fiorello ,  il Gabibbo da Canale 5 e tanti altri senza dimenticare Lino Toffolo e l’orchestra Sinfonica di Milano nell'opera Pierino e il Lupo, organizzato in collaborazione con la Scuola di Musica di Mino Mistrorigo così  come la rassegna delle Bande Musicali; ultime ma non per importanza le due edizioni del Festival Show di Radio Birikina e Radio Bella e Monella.

I nostrani Brusa Jachete hanno portato ad Arzignano il loro repertorio con grande partecipazione di pubblico. Successivamente gli anni 2000 hanno visto un ridimensionamento dell’attività diretta della Pro Loco.

Il 2009 vede un nuovo Sindaco, Giorgio Gentilin e la nomina a nuovo Presidente del giovane Claudio Masiero, con Giampaolo Rossato Vice Presidente e di Pierangelo Panciera in qualità di Segretario.

Durante la presidenza Masiero si consolida sempre più il ruolo culturale dell'Associazione e viene introdotto, nel 2011 un nuovo impegno denominato Vivi la Tua Terra che di anno in anno riscuote sempre maggior successo ed attira sempre più persone.

Il 2013 vede l'arrivo in maggio del primo Presidente donna,  Emma Bacigalupi che prende il posto di Claudio Masiero. Una Presidenza che subito deve attivarsi per mettere l'associazione in regola con le leggi sul volontariato e, nello stesso tempo, continuare con la consueta attività. Desiderio del nuovo Presidente è il maggior coinvolgimento del Direttivo e del Consorzio Serenissima Agno Chiampo nell'attività dell'Associazione. La nuova presidenza vede anche l'arrivo di un giovane Vicepresidente Manuel Langaro che affianca l'altro Vice Presidente Giampaolo Rossato.


Non possiamo chiudere la nostra storia senza ricordare chi ci ha aiutato a costruirla ed oggi non è più con noi: i nostri consiglieri Calogero Giordano detto Lello, Giuseppe Dani, Vito Carulli,  Emilio Erminelli, Giuseppe Carradore, Severino Chiarello Monforte e Tiziano Tarperi. A loro va il nostro ricordo più affettuoso e il nostro grazie.

 

Iscriviti alla Newsletter










Sondaggi in Corso

Cosa preferite del nostro sito?